Grandi attrezzature

Microscopio per imaging in-vivo con sorgente laser IR pulsata

Modello: Olympus BX51+ FV300 (testa di scansione) + Spectra Physics Mai Tai  (con DeepSee)

Responsabile scientifico: Prof. G. Chirico

Ubicazione: Locale 4054, Piano IV, Edificio U1b

Caratteristiche tecniche:
Microscopio dritto con acquisizione in geometria di back scattering non descannato.
Box di termostatazione (The Cube, Life Imaging Services).
Tre finestre spettrali di rivelazione (PMT).
Eccitazione a due fotoni con sorgente IR pulsata (femtosecondo, 700-1000nm, 80MHz).

Configurazioni disponibili:
Imaging in fluorescenza o dark field.
Scansione spaziotemporale x,y,z,t o x,t o point scan.

Obiettivi:
25x e 20x con 2 mm WD, NA=1 immersione ad acqua.
60x con 1 mm WD, NA=1.2.
DeepSee per ottimizzare la forma del fascio di eccitazione sul piano di misura.

Sorgente laser IR pulsata

Modello: Spectra Physics Tsunami

Responsabile scientifico: Prof. G. Chirico

Ubicazione: Locale 4054, Piano IV, Edificio U1b

Caratteristiche tecniche:
Eccitazione a due fotoni IR pulsata (femtosecondo, 700-1000nm).
Frequenza di ripetizione 80MHz.

Configurazioni disponibili:
Pulse Picker (Spectra Physics mod 3980) per diminuire la frequenza di ripetizione con duplicatore per dimezzare la lunghezza d’onda emessa.

Microscopio confocale a scansione con modulo per super-risoluzione STED

Modello: Leica TCS-SP5

Responsabile Scientifico: Prof. M. Collini

Ubicazione: Locale 4054, Piano IV, Edificio U1b

Caratteristiche tecniche:
Microscopio invertito con acquisizione in geometria di back scattering.
Eccitazione a singolo fotone (laser Argon, Crypton singole righe tra 458nm e 633nm).
Resonant scanner per velocità di acquisizione di linea fino a 8000Hz.
Modulo STED per microscopia di super-risoluzione (592nm).

Configurazioni disponibili:
Imaging in fluorescenza, luce trasmessa o riflessione.
Scansione spaziotemporale x,y,z,t o x,t o point scan.
Scansione spettrale x,y,l.

Obiettivi:
40x con 2 mm WD, NA=0.5 immersione ad aria.
40x con 0.17mm WD, NA=1.3  immersione ad olio.
100x con 0.17mm WD, NA=1.4 immersione ad olio.

 

Piattaforma Interdipartimentale di Microscopia

Ubicazione: Piano -2, Edificio U3

La Piattaforma Interdipartimentale di Microscopia ha lo scopo di riunire sotto un’unica struttura i servizi interdipartimentali di microscopia ottica ed elettronica. Presso il Centro è confluito il FIB/SEM del Dipartimento di Fisica.

La Piattaforma nasce dalla collaborazione dei Dipartimenti di:

La sede della Piattaforma di Microscopia è ubicata presso gli spazi riservati al piano -2 dell’edificio U3 in piazza della Scienza 2.

La Piattaforma di Microscopia offre la possibilità di usufruire del servizio a tutto il personale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e di altre Università, al personale afferente ai centri di ricerca pubblici per le loro attività istituzionali, nonché al personale dei centri no-profit. L'accesso al microscopio è anche aperto ai privati nella forma di ricerca commissionata. Tutte le prestazioni sono regolate da un regolamento e da un tariffario.

Informazioni più dettagliate si trovano sulla pagina dedicata alla Piattaforma interdipartimentale di microscopia sul sito del Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze.

 

Generatore di neutroni

Modello: Generatore di neutroni D-T VNIIA ING-17

Responsabile scientifico: prof. Giuseppe Gorini

Ubicazione: Locale Lab Sourire, Piano terra, Edificio U19

Caratteristiche tecniche:
Tubo generatore: tubo acceleratore -sigillato- di ioni deuterio su bersaglio di 3H, all'interno di un contenitore a tenuta
Tensione massima di “accelerazione”: fino a 200 kV
Corrente di uscita: fino a 3 mA
Alimentazione e potenza dissipata: 220/380 V 50-60 Hz 230 V AC (+/-10%) / 50-60 Hz 16A max (potenza dissipata fino a 1500 W)
Sorgente di trizio (bersaglio): attività massima complessiva 1500 GBq - 3H in forma di idruro metallico all'interno del tubo acceleratore
Massimo flusso neutronico: 106 -1010 neutroni/sec su 4π
Energia dei neutroni: fino a 14 MeV
Carico di lavoro dichiarato: pari ad un massimo di 300 ore/anno a piena potenza (o equivalente).

Descrizione:
Il generatore VNIIA ING-17 produce neutroni da 14 MeV attraverso reazioni Deuterio-Trizio (DT): D(T,n)4He. Il generatore VNIIA ING-17 consiste in un cilindro di Alluminio che racchiude diverse componenti tra cui due camere sigillate. Due piatti contenenti entrambi Deuterio e Trizio sono affacciati all’interno della prima camera. Uno serve da sorgente mentre l’altro da bersaglio. Il piatto sorgente è riscaldato così da far emergere gli ioni (e molecole ionizzate) che vengono poi accelerati lungo il loro percorso verso il piatto bersaglio da un potenziale di tensione distribuito. Gli ioni D e T che reagiscono, rispettivamente, con ioni T e D nel piatto bersaglio danno luogo all’emissione di neutroni da 14 MeV. All’esterno della prima camera, un circuito di raffreddamento ad olio mantiene costante la temperatura durante il funzionamento del generatore, garantendone la stabilità operativa. La seconda camera esterna contiene il circuito di raffreddamento e la prima camera, sigillandole, e garantendo la tenuta del generatore.

Generatore di neutroni
Photogallery